sostenibilità e cultura contadina

Produrre uve di primissima qualità significa stare in perfetto equilibrio con l’ecosistema di cui si fa parte. Per questi motivi l’azienda si impegna a rispettare i ritmi imposti dalla natura, utilizzando sistemi che limitano il più possibile l’impatto ambientale. Grazie ad una profonda conoscenza dei terroir e delle relazioni che sussistono tra l’ambiente e il vigneto, ogni scelta – dall’impianto del vigneto alle varie fasi di gestione – è tesa a ridurre al minimo l’intervento dell’uomo. E quindi: utilizzo di portainnesti con elevata resistenza allo stress idrico per ridurre il consumo di acqua;

potatura corta dei tralci per ridurre le rese per pianta; impiego esclusivo di sostanze eco-compatibili (zolfo) per i trattamenti fitosanitari; utilizzo di concime organico (derivante sia dalle potature che dall’inerbimento naturale) per migliorare la fertilità del terreno.

Infine, durante l’annata agronomica, tutte le attività nel vigneto sono definite secondo un approccio sistemico che coinvolge l’intera pluralità delle risorse che compongono il quadro della sostenibilità.

energie rinnovabili

Evitare gli sprechi in campo e in cantina, utilizzo della materia organica per favorire il recupero dell’equilibrio dei suoli, riduzione del consumo di acqua e, naturalmente, favorire lo sfruttamento razionale di energia prodotta da fonti rinnovabili indispensabile per l’intera produzione enologica

Dalle fasi di trasformazione del prodotto fino alla sua distribuzione, l’energia rappresenta una risorsa chiave per l’intera filiera. Proprio per questo, nel corso degli ultimi anni, Casa Vinicola Fazio ha costantemente migliorato la propria performance riducendo i consumi di elettricità, grazie anche allo sfruttamento razionale di energia prodotta da fonti rinnovabili. Progettata secondo i più recenti parametri di ecosostenibilità, modernità e rispetto per l’ambiente, la cantina di Fulgatore è stata concepita per ridurre al minimo l’impatto sul territorio. Ogni singolo componente della struttura è stato pensato per ridurre il consumo di energia; tutti gli ambienti sono infatti coibentati per garantire il controllo della temperatura interna, riducendo quindi il consumo di energia elettrica. È inoltre previsto l’utilizzo di energie alternative e sistemi per la riduzione del consumo di acqua. L’impianto fotovoltaico produce 180 Kw/ora di energia da pannelli solari, riuscendo in questo modo a soddisfare l’intero fabbisogno energetico dell’azienda.